PSICOLOGIA CLINICA

La Psicologia clinica rappresenta uno dei più diffusi ambiti di ricerca
e intervento professionale della psicologia il cui dominio di applicazione concerne i
problemi di adattamento, i disturbi di comportamento, gli stati e condizioni di
malessere e sofferenza allo scopo di valutarli e prendersene cura con mezzi
psicologici per facilitare e sostenere il benessere e lo sviluppo cognitivo, emotivo e
relazionale delle persone. Si contraddistingue per le teorie, i metodi e gli strumenti di intervento finalizzati alle attività di prevenzione, valutazione, abilitazione-riabilitazione e sostegno psicologico, con particolare riguardo alla comprensione della domanda dell’utente individuale e collettivo (coppia, famiglia, gruppi, organizzazioni e comunità), alla psicodiagnostica e agli interventi di aiuto e sostegno, compresi quelli strettamente psicoterapeutici.

L’APPROCCIO COGNITIVO COMPORTAMENTALE

E’ indicato come trattamento di prima scelta per un esteso numero di disturbi e patologie.
CBT “Cognitive-Behaviour Therapy“, si basa sul concetto che le risposte comportamentali ed emotive sono fortemente condizionate da idee, pensieri, convinzioni e credenze riguardanti gli eventi del vissuto. In pratica, la terapia armonizza la componente cognitiva a quella comportamentale. Inoltre, impiega metodi mirate alla modificazione non solo dei comportamenti manifesti, ma anche di emozioni, atteggiamenti, aspettative e convinzioni del soggetto. L’indirizzo scientifico culturale
cognitivo comportamentale si è rivelato particolarmente efficace nel trattamento di:

  • Ansia; Attacchi di panico; Fobie
EMDR

L’EMDR è un metodo psicoterapico strutturato che rende possibile il trattamento di diverse psicopatologie e problemi legati sia ad eventi traumatici, che a esperienze più comuni ma emotivamente stressanti. La terapia EMDR ha come base teorica il modello AIP (Adaptive Information Processing) che affronta i ricordi non elaborati che possono dare origine a molte disfunzioni.

NEUROPSICOLOGIA

La neuropsicologia è una scienza abbastanza giovane in cui congiungono
discipline diverse, quali la psicologia cognitiva, la neurologia, la neurofisiologia, la
neuroanatomia. Lo scopo di questa branca è studiare i processi cognitivi e comportamentali, mettendo in relazione i meccanismi anatomo-funzionali che ne sottendono il funzionamento (Denes,Pizzamiglio, 1996). Essa si propone di studiare gli effetti delle lesioni cerebrali sui processi cognitivi (percezione, attenzione, linguaggio, memoria, ragionamento) ma anche sulle emozioni e sulla personalità. In tal modo, è possibile una migliore comprensione dei meccanismi cognitivi permettendone non solo studio ma anche la valutazione e, ove possibile, la loro riabilitazione.

LA RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA

La riabilitazione neuropsicologica è un intervento finalizzato al compenso
funzionale del danno cognitivo attraverso il recupero (parziale o completo) delle
funzioni compromesse o il rallentamento di eventuali processi neurodegenerativi
(demenza di Alzheimer, sclerosi multipla, o altre forme simili). In ogni caso è
centrale la capacità plastica e di riserva cognitiva grazie alle quali il cervello è in
grado di riorganizzarsi a seguito di un danno attraverso la specializzazione di altre
aree che svolgeranno il ruolo di quelle compromesse. In base al tipo di deficit, o
danno, cambierà anche la tempistica con cui attivare l’intervento. È questo, per
esempio, il caso degli eventi cerebrovascolari (ictus, ischemie, emorragie), traumi
cranici, lesioni tumorali.

PSICOLOGIA FORENSE

La psicologia forense è una branca della psicologia giuridica che si occupa di
indagare i fattori psicologici rilevanti ai fini di una valutazione giudiziaria. Questa
indagine può essere svolta sia in ambito penale sia in ambito civile.
In ambito penale lo psicologo può essere chiamato come consulente tecnico di parte
o d’ufficio per valutare la capacità di intendere e di volere, la pericolosità sociale, la
capacità di stare in giudizio, la capacità a testimoniare o presso il tribunale di
sorveglianza per l’affidamento in prova ai servizi sociali, può ricoprire il ruolo di
giudice onorario (a fianco dei giudici togati) all’interno del collegio del tribunale di
sorveglianza e del tribunale per i minorenni.
In ambito civile si occupa di consulenze per l’affidamento dei minori, in
provvedimenti per la limitazione della potestà, adozione, risarcimento danni,
interdizione/inibizione/amministrazione di sostegno, cambiamento di genere sessuale.

FORMAZIONE

La formazione professionale ha come scopo incrementare le competenze e le abilità
dei “fruitori”, affinché questi siano in grado di risolvere e/o
prevenire ad un problema. Nel processo formativo si possono distinguere
operativamente e concettualmente tre livelli:
•Informazione (sapere, ovvero teorie e modelli)
•Sensibilizzazione (sapere essere, ovvero atteggiamenti e valori)
•Addestramento (saper fare, ovvero capacità operative)

LISTINO

DescrizionePrezzo
Psicologia infantileDa 40 fino a 80 €/ora
PsicoterapiaDa 40 fino a 80 €/ora
Psicologia sociale e legaleDa 40 fino a 80 €/ora
Psicologia risorse umane e lavoroDa 40 fino a 80 €/ora
Orientamento scolasticoDa 40 fino a 80 €/ora
A.D.H.D.Da 40 fino a 80 €/ora
AutismoDa 40 fino a 80 €/ora
Riabilitazione di minoriDa 40 fino a 80 €/ora
AnsiaDa 40 fino a 80 €/ora
AggressivitàDa 40 fino a 80 €/ora
AnoressiaDa 40 fino a 80 €/ora
BulimiaDa 40 fino a 80 €/ora
DipendenzaDa 40 fino a 80 €/ora
Disturbi della personalitàDa 40 fino a 80 €/ora

Skills
Fobia sociale
0%
Psicologia infantile
0%
Autismo
0%
Anoressia
0%
Dipendenza32
Disturbi della personalità13
Psicologia risorse umane e lavoro15
Aggressività19
Riabilitazione minori21