La riabilitazione neuropsicologica è un intervento finalizzato al compenso
funzionale del danno cognitivo attraverso il recupero (parziale o completo) delle
funzioni compromesse o il rallentamento di eventuali processi neurodegenerativi
(demenza di Alzheimer, sclerosi multipla, o altre forme simili). In ogni caso è
centrale la capacità plastica e di riserva cognitiva grazie alle quali il cervello è in
grado di riorganizzarsi a seguito di un danno attraverso la specializzazione di altre
aree che svolgeranno il ruolo di quelle compromesse. In base al tipo di deficit, o
danno, cambierà anche la tempistica con cui attivare l’intervento. È questo, per
esempio, il caso degli eventi cerebrovascolari (ictus, ischemie, emorragie), traumi
cranici, lesioni tumorali.

Add Comment